La paura di smettere di respirare nel panico

Paura di smettere di respirare nel panico o ansia

Ti senti soffocare da un momento all’altro

L’ansia ti sorprende quando meno te l’aspetti: ti prende all’improvviso, mentre sei impegnata in situazioni del tutto normali e abituali. Ti assale e non puoi che darle attenzione, perché il cuore comincia a battere come se volesse uscire dal petto, la testa inizia a girare e ti senti confusa. Il respiro si fa sempre più veloce e affannato, ma l’aria non basta mai, ti manca e hai paura di smettere di respirare da un momento all’altro. E se il respiro si fermasse di notte? Se smettesse di essere automatico?

Perché ti prende la paura di smettere di respirare?

La paura di smettere di respirare nel panico è una costante, un sintomo molto diffuso e angosciante. È il panico che cerca di impossessarsi di ogni strumento per convincerti che non puoi vincerlo, che lui è più forte di te, anche dei tuoi automatismi, anche della tua natura, delle tue funzioni vitali.

La respirazione tuttavia non si interromperà mai. Non smetterai mai di respirare a causa del panico e nulla è cambiato nel tuo funzionamento. Quello che ti succede appena ti concentri sul respiro e ti assale la paura di smettere di respirare è qualcosa di geniale. Sì, proprio così, GENIALE!

Ogni sintomo del panico va letto come un segnale di allarme della sua vulnerabilità. L’allarme è diretto al panico, è lui stesso che ha paura. Il panico è come un parassita che appena sente di essere in pericolo, stringe la sua morsa e si chiude a riccio. Sei mai stata morsa da una zecca? Le zecche mordono la tua pelle e rimangono attaccate per succhiare il sangue; se cerchi di toglierla senza cautela, la zecca stringerà così tanto la sua presa da rischiare di spezzarsi. In questo caso rimane soltanto la sua testa, con le mandibole attaccate alla pelle, mentre il corpo si stacca e ti resta tra le dita.

Capisci? La zecca preferisce morire piuttosto che staccarsi da te. Rischia la sua stessa vita, come fa il panico. Appena il panico ti sente cosciente, rilassata, tranquilla, immersa nella realtà, si allarma, teme di essere spodestato e attacca. Prova a immaginare gli attacchi di panico proprio come l’attacco sferrato da un parassita. Succede spesso che nel processo di cura, nella guerra contro ansia e panico, si incontrino delle forti resistenze o difese. È il mostro che rantola e cerca di difendersi fino all’ultimo. In generale per il panico il tuo benessere è una minaccia!

Quindi cosa si può fare contro la paura di soffocare?

Quello che si fa con una zecca che stringe sempre di più la sua morsa è levarle la possibilità di far presa sulla pelle. Ci sono due modi: ruotarla con una pinzetta in modo che ruotino le mandibole fino a staccarsi, oppure immergerla in un olio o liquido viscoso che le faccia perdere aderenza, soffocandola.

Con il panico puoi fare qualcosa di molto simile. Lui stringe la sua presa e ti fa sentire una forte mancanza d’aria? Ti toglie il respiro e lo rende affannoso, veloce, disperato? Appena cerchi di respirare di più ti cerca di convincere del fatto che ti farà smettere di respirare? Bene, devi togliergli il terreno da sotto ai piedi. Fallo crollare, fregalo, prenditi gioco di lui e combattilo con le sue stesse armi.

Come?

Combattere ansia e attacchi di panico con la respirazione

Togligli il respiro. Respira di meno, non di più. Respira più lentamente, non più velocemente. Rimani in apnea, ferma il gioco che lui stesso vuole dirigere. Togligli il comando. Lo potrai fare nel momento del bisogno, ma sarà meglio esercitarti anche in altre situazioni, per riuscire nel doppio intento di bloccare subito un attacco di panico e per comunicargli più volte al giorno che sei tu che comandi, e non lui. Sei tu che controlli e gestisci il tuo respiro, e non lui.

Gli esercizi di respirazione li può fare chiunque e in ogni momento della giornata, è forse la pratica di benessere più veloce, semplice, efficace e meno dispendiosa. Se vuoi affrontare l’intero percorso, scarica Ansiopanicyn, diviso in 30 moduli da praticare uno al giorno. In 30 giorni sarai ben allenata e già dopo i primi esercizi la paura di smettere di respirare scomparirà nel nulla. Il panico si darà alla ritirata, con la coda tra le gambe.

P.S. La paura di smettere di respirare potrebbe essere collegata ad un generale senso di oppressione al petto, da una sensazione generale di mancanza d’aria e da sintomi simili all’asma. Questo è quello che io stesso ho provato molti anni fa. Questi disturbi possono avere varie origini e dipendere da molte variabili. Tra queste le più importanti sono:

  • Fumo: se fumi inizia a pensare subito di scalare le sigarette e di smettere, te lo dico senza mezze misure;
  • Attività fisica: se sei sedentaria, se non fai assolutamente movimento, dovrai iniziare, molto potrebbe dipendere da questo;
  • Alimentazione e problemi digestivi: intolleranze e abitudini scorrette possono scatenare patologie del tratto digestivo che a loro volta sono benzina sul fuoco per ansia e panico.

Una delle intolleranze più insidiose e difficili da diagnosticare, ma estremamente diffusa è l’intolleranza al glutine, o gluten sensitivity. Come dimostrato da molte ricerche recenti, tra i sintomi dell’intolleranza al glutine ci sono asma, problemi respiratori, senso di gonfiore, senso di oppressione, stati di confusione e mancamento e ansia. Leggi questo articolo che ho pubblicato su greenme.it!

Se pensi che questo articolo o questo sito possano aiutare altre persone, condividilo e clicca sulle icone dei social network.

Andrea Butkovič

Sono Andrea, il webmaster di Espira, autore di Ansiopanicyn e ideatore del metodo olistico Resoluzione. La mia missione è di aiutarti ad affrontare ansia e panico nel migliore dei modi, senza spendere un capitale e senza aspettare una vita. Laureato in psicologia e con oltre 10 anni di esperienza, sono il tuo consulente olistico di fiducia.

I migliori prodotti selezionati da espira per il tuo benessere!

 

E Se Fosse il Glutine?
Intolleranza, sensibilità e celiachia: prevenirle e risolverle
€ 6.9

The China Study - Le Ricette
Per un’alimentazione sana e naturale – Oltre 120 ricette integrali e vegetali
€ 14.5

Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco
Seconda Edizione Ampliata
€ 22


Niente spam, garantito!

Lascia la tua mail solo per ricevere altro materiale gratuito e aggiornamenti dal blog, niente spam! Andrea

Error: Please enter a valid email address

Error: Invalid email

Error: Please enter your first name

Error: Please enter your last name

Error: Please enter a username

Error: Please enter a password

Error: Please confirm your password

Error: Password and password confirmation do not match